Buongiorno, V...

PIERO GIULI

proprietario/a

Buongiorno, Volevo chiedere se un figlio puo' dare a uno dei due genitori ( madre) il comodato d'uso di una casa?

Volevo chiedere se un figlio puo' dare ad uno dei due genitori il comodato d'uso della casa e le eventuali agevolazioni che possono derivare da questo contratto.

 

grazie

 

piero

risposte (10)
PIERO GIULI è stato il primo a rispondere
alceste è stata eletta la miglior risposta
Sai rispondere a questa domanda?
Invia risposta
  • Umbro

    inquilino/a

    Per Giulio Stefanini:

    vorrei capire meglio la sua risposta, nel secondo caso.

    Se ho capito bene, per assicurare una tranquilla vecchiaia ai genitori, si riferiva a dare in usufrutto tale abitazione ai genitori? Così il figlio avrebbe la Nuda Proprietà.

    Se no, mi indica che tipo di atto intendeva?

    Saluti

     

    • Risposto da: Umbro
    • Da 4 anni
  • PIERO GIULI

    proprietario/a

    Buonasera,

    volevo avere una piccola delucidazione sul pagamento della Tasi per la quota dell'inquilino.

    Quando l'inquilino paga tramite f24 sul punto domicilio fiscale deve indicare il domicilio dove dimora abitualmente o quello dove e' in affitto?

    Grazie

     

    Piero   

     

     

  • PIERO GIULI

    proprietario/a

    Buonasera,

     

    Una domanda veloce -

    se il comodatario vive in una casa con rendita catastale di eur 1200,00 , quanto si paga di imu?

    grazie

     

    slt

     

    piero Giuli

     

  • PIERO GIULI

    proprietario/a

    Buongiorno,

    Solo una domanda molto veloce sul pagamento della tasi a Roma.

    Mi confermate che non ci sono detrazioni sulla seconda casa?

     

    grazie

     

    piero Giuli

     

  • Giulio Stefanini

    professionista

    Carissimo Piero,mal si comprende : perchè a uno dei due? e perchè non a tutti e due!!! è un caso di separazione legale, o ancora entrambi i tuoi genitori sono regolarmente uniti in matrimonio, un passaggio direi importante che non hai chiarito, questo si spiega il motivo della mia prima domanda. Chiarito questo punto , ce nè un'altro da chiarire, se ami e rispetti i tuoi genitori ed hai ancora un bel rapporto, allora ti suggerisco di stipulare con un atto Notarile, reso pubblico,il Diritto di Abitazione vita natural durante per entrambi, usufruendo egualmente dell'agevolazione fiscale previste, esattamente come spesso avviene l'esatto contrario ,quando i genitori proprietari di una seconda casa, danno in concessione gratuita l'utilizzo dell'immobile al figlio, tuttavia pur agurandoti lunga vita, ma nel caso in futuro ti trovassi nella posizione di (decuius) e l'abitazione finisse in mano ad altri (parenti ndr) ,ai tuoi genitori avresti garantito un tetto vita natural durante, anche in caso di passaggio di proprietà, di cui i nuovi proprietari ,acquisirebbero solo la Nuda Proprietà....detto questo mi auguro di essere stato sufficientemente esaustivo,cordialmente Rag Giulio S.

  • PIERO GIULI

    proprietario/a

    Buonasera,

    Un ultimissima domanda , se registro il contratto di comodato d'uso oggi,  questo ha effetto retroattivo?

    Nel senso che se lo registro oggi il contratto devo comunque ancora pagare l'IMU ( 1a - 2a rata) come seconda casa per l'anno 2014 considerando che la delibera comunale e' del 2013 e prevede un anno di tempo per la registrazione del contratto?

    La casa diventerebbe dalla registrazione del contratto come prima casa.

    grazie

    Piero Giuli 

  • alceste

    professionista

    Buongiorno,

    i contratti verbali di comodato, non sono obbligatoriamente soggetti a registrazione, tranne nell’ipotesi di enunciazione in altri atti.

    Per la registrazione, verserai € 200 di imposta di registro (presso banche o uffici postali ovvero on-line), tramite mod. F23 o F24 elide.

    Poi porterai tale F23 all' Agenzia delle entrate, dove compilerai il modello 69, e su cui apporrai una marca da bollo di € 16,00 ogni 4 pagine ovvero ogni 100 righe.

    N.B. Non sono previste agevolazioni di tasse salvo per l' IMU per la quale il tuo comune potrebbe prevedere un'aliquota più bassa in caso di comodato a parenti in linea retta.

    Saluti.

     

    a. De Santis

     

     

  • utente eliminato

    Buongiorno Piero,

    l' imposta va pagata presso l' Agenzia delle Entrate, compilando il modello F23, e versando la reliva quota erariale.

    Per il modulo lo puoi scaricare da internet digitando "modulo per il contratto di comodato gratuito", poi va registrato.

    • Risposto da: Utente eliminato
    • Da 4 anni
  • PIERO GIULI

    proprietario/a

    Buonasera Romano,

    Grazie per la risposta.

    volevo inoltre chiedere dove si puo' fare questo tipo di contratto e le agevolazioni che eventualmente comporta sulla prima casa a livello di tasse.

     

    grazie ancora,

     

    slt

    piero Giuli 

  • utente eliminato

    Buongiorno piero,

    certamente che lo puoi fare. Basta che stipuli il contratto di comodato gratuito che è di 2 tipi, con quota di registro annuale o per perpetua sino a fine contratto. Tassa di registro contratti comodato (da farsi ogni anno) € 2, tassa di registro contratti comodato perpetuo € 168.

    • Risposto da: Utente eliminato
    • Da 4 anni
Dubbi? Chiedi alla Community!
Esperti piú attivi
  • Romano - inquilino/a
    1776 risposte
    2 questa settimana
  • pierluigi - proprietario/a
    215 risposte
    1 questa settimana
  • Emilio60 - proprietario/a
    110 risposte
    0 questa settimana
  • Luca - proprietario/a
    11 risposte
    0 questa settimana