Sto per lasciare ...

Dalma

inquilino/a

Sto per lasciare una casa in affitto a Cosenza. Il proprietario può trattenere qualcosa dal deposito cauzionale e se si cosa?

Buongiorno, sono una studentessa e il mio contratto d'affitto a Cosenza sta per scadere. Ho dei dubbi sul fatto che il proprietario mi restituisca integralmente il deposito cauzionale. Può tratternerlo per qualche motivo?
Quali sono le condizioni? Qualcuno potrebbe darmi delle indicazioni pratiche e concrete?

risposte (2)
LuanaM è stato il primo a rispondere
Sai rispondere a questa domanda?
Invia risposta
  • utente eliminato

    Il deposito cauzionale va sempre restituito maggiorato degli interessi di legge secondo il dato ISTAT. Al momento della consegna delle chiavi, tu e il tuo locatore, confronterete la condizione abitativa di come si trova adesso l' appartamento, confrontato con la scheda tecnica, che assieme al tuo locatore avete compilato, ed allegato al contratto di affitto (Scheda tecnica per il calcolo del canone di locazione ex art. 2 comma 3 della Legge 9/12/98 n.431). Solo allora stabiliti eventuali danni, potrà richiederti in pagamento le riparazioni. Ma questo non ha niente a che vedere con la caparra.

    • Risposto da: Utente eliminato
    • Da 5 anni
  • LuanaM

    professionista

    Purtroppo è abbastanza comune che alla fine di un contratto di affitto, l’inquilino abbia problemi per recuperare il deposito cauzionale, o parte di esso.

    Non entriamo nei casi in cui il contratto sia terminato male: mancanza di pagamento di mensualità, non aver compiuto i tempi accordati con il proprietario, in questi casi, per esempio, il deposito cauzionale viene trattenuto, nella pratica, per essere utilizzato per il pagamento degli affitti ancora dovuti, e quindi l’inquilino perde il diritto a reclamarlo.

    Se il tuo contratto d'affitto a Cosenza termina bene e il deposito era stato correttamente consegnato e il proprietario pretende sottrarre le seguenti spese, quali sono corrette?

    - Spese di utenza (acqua, gas, elettricità, ecc.): è giusto doverle pagare se si riferiscono correttamente ai tempi e quantità d’uso realmente realizzate dall’inquilino.
    - Pulizia: non si può pretendere dall’inquilino, salvo un evidente stato di sporcizia alla consegna della casa, in questo caso sì, bisogna detrarre le spese di pulizia.
    - Riparazione / Sostituzione degli elettrodomestici di uso prolungato: Non si può scontare questa spesa dal deposito cauzionale.
    - Riparazioni per uso non idoneo: Possono scontarsi.
    - Pittura: Se la pittura è deteriorata, non è imputabile all’inquilino. Non si possono neanche reclamare difetti che già precedentemente erano stati denunciati dallo stesso inquilino e non erano stati riparati.

    Come regola generale bisogna valutare lo stato della casa nel momento della consegna delle chiavi, considerato la fine del contratto di affitto. Successivamente il proprietario potrebbe non poter più reclamare il pagamento delle riparazioni, presentando solo la fattura dei lavori.

    • Risposto da: LuanaM
    • Da 5 anni
Dubbi? Chiedi alla Community!
Esperti piú attivi
  • Romano - inquilino/a
    1776 risposte
    2 questa settimana
  • pierluigi - proprietario/a
    215 risposte
    1 questa settimana
  • Emilio60 - proprietario/a
    110 risposte
    0 questa settimana
  • Luca - proprietario/a
    11 risposte
    0 questa settimana