Accesso inserzionisti

Registrati e pubblica GRATIS

Vantaggi dell'affitto: per l'inquilino

In molte occasioni quando si parla di accedere a un immobile residenziale si intende un immobile frutto di una vendita: ti sei, però, fermato a pensare ai vantaggi di un immobile in affitto?

Ti illustriamo di seguito alcuni vantaggi di un immobile residendiale in affitto:

  • Permette prendere decisioni con maggiore semplicità rispetto alla scelta di vivere in una casa come proprietari. Se l’appartamento non piace più o ha terminato di soddisfare le necessità lo si può cambiare con estrema facilità considerato il fatto che i tempi di cessione di un immobile diventano, invece, sempre più lunghi. Allo stesso tempo il trasloco può risultare più semplice e meno costoso poiché si possono affittare appartamenti già arredati.
  • La scelta di un immobile in affitto non suppone l’investimento di troppi risparmi né di grandi capitali, diversamente dal caso dell’acquisto di un appartamento. L’affitto suppone normalmente il deposito di un anticipo/caparra (che solitamente corrisponde a un mese di affitto) e, in alcuni casi, i costi di gestione e qualche assicurazione, elementi in ogni caso numericamente inferiori e più economici di quelli necessari per richiedere un prestito. La caparra, inoltre, può essere recuperata alla scandenza del contratto.
  • L’affitto non comporta costi impliciti presenti, invece, nel caso dell’acquisto come quelli derivati dall’accensione di un mutuo, dalla registrazione dell’immobile, dal pagamento degli atti, dall’IVA e da altre tasse.
  • L’affitto non lega la persona a una città specifica e, anzi, favorisce la mobilità anche in campo lavorativo, semplificando i cambiamenti di residenza determinati da ragioni professionali: l’affitto, cioè, non chiude le porte a nuove offerte di lavoro che possono presentarsi in altre città.
  • Scegliere un immobile residenziale in affitto permette di adeguare le necessità dell'appartamento al ciclo vitale, consentendo, inoltre, di adattare l’abitazione a nuove necessità considerando che si può facilmente cambiare domicilio. Quando si è giovani si preferiscono immobili localizzati nelle zone centrali delle città e, poi, con l’arrivo dei figli case più grandi e più vicine a scuole e a spazi verdi. Con l’età della pensione, infine, si cercano immobili di superficie ridotta e situati in zone tranquille.
  • La maggior parte degli immobili residenziali in affitto si trova nelle zone centrali delle città dove vivere ha numerosi vantaggi. Innanzitutto la vicinanza alle più importanti reti di mezzi di trasporto: inoltre è possibile raggiungere con facilità e rapidità le zone commerciali senza essere costretti a utilizzare l’automobile.
  • Gestire una casa in affitto è molto più semplice che nel caso di un immobile di proprietà. In primo luogo, non è necessario preoccuparsi per richiedere un prestito. In secondo luogo, non è necessario presentarsi al Registro di Proprietà e nemmeno interpellare un notaio per la gestione dei documenti dell’immobile. Inoltre, in questo modo, non si dovranno pagare le tasse relative all’acquisto di un immobile: IVA e atti legali, o, qualora necessari, saranno numericamente inferiori a quelli obbligatori nel caso dell’acquisto di un immobile.
  • In generale il mantenimento dell’immobile è competenza del proprietario e l'inquilino dovrà pagare i costi dei servizi. In ogni modo i costi del mantenimento dell'immobile e dell'edificio in cui è saranno a carico del proprietario.
  • Esiste, inoltre il vantaggio, di non essere obbligati a prendere parte alle assemblee dei condomini, in quanto compito che spetta al proprietario dell'immobile.
  • Vivere in una casa di proprietà significa, anche, affrontare un rischio economico maggiore di quello stimato nel caso di un affitto. L'aumento dei tassi di interesse o una diminuzione dei prezzi degli immobili sono fattori che possono causare una forte instabilità nell’economia famigliare, situazione che non si verifica nel caso di un affitto.

Dati ulteriori: consulta la documentazione relativa alla Legge relativa alla locazione di un immobile a uso abitativo