Guida per risparmiare energia ed acqua

Guida per risparmiare energia ed acqua

La maggior parte delle volte per risparmiare elettricità ed acqua basterebbe cambiare piccole abitudini quotidiane...

La maggior parte delle volte per risparmiare elettricità ed acqu basterebbe cambiare piccole abitudini quotidiane, altre volte invece è opportuno investire dei soldi in cambiamenti tecnologici che nel lungo periodo faranno risparmiare notevoli quantità di denaro. Nella guida che segue abbiamo stilato una lista dei punti più importanti che bisogna tenere in conto per risparmiare elettricità ed acqua in casa.

Scritto da: |

1. Guida per risparmiare energia

1.1 Illuminazione

Sfrutta al massimo la luce naturale. Dipingi le pareti ed il soffitto con colori chiari, riserva i locali più luminosi della casa per le stanze dove passi la maggior parte del tempo e distribuisci i mobili in funzione di come si possa sfruttare al meglio la luce.

Potrebbe sembrare una banalità, ma molta gente non spegne la luce quando esce da una stanza.

Mantieni pulite le lampadine e le lampade, affinché ci sia più luce.

Evita di comprare un lampadario con molte lampadine, dato che consuma molta più elettricità che i lampadari con una sola lampadina.

Non accendere le lampade a neon se pensi di stare nella stanza meno di 5 minuti. Il momento dell’accensione è quando il neon consuma più energia.

Prendi in considerazione la possibilità di cambiare la compagnia elettrica tradizionale per una che utilizza solo energia 100% rinnovabile. Ci sono varie imprese e cooperative nel mercato che si dedicano a questo!

Cambi tecnologici

Preferisci lampadine di basso consumo, anche se costano un po’ di più sono più durature e consumano circa 80% in meno (ricorda che le lampadine a neon devono essere buttate negli appositi raccoglitori, affinché possano essere riciclate).*

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

Reparto del consumo eléctrico doméstico
1.2 Aria condizionata / riscaldamento

Risparmia sull’aria condizionata chiudendo le persiane durante i pomeriggi d’estate - se il sole entra direttamente, il calore si accumula nelle stanze e perdura fino alla notte.

Il luogo più appropriato per mettere l’aria condizionata è la zona all’ombra della casa. Durante giorni calorosi accendila prima che la casa si inizi a riscaldare.

Non puntare ad una temperatura molto bassa quando accendi l’aria condizionata. Non rinfrescherà la casa prima e consumerai solo più energia.

Pulisci o sostituisci i filtri di quando in quando. I filtri sporchi obbligano il condizionatore a lavorare molto di più.

Se possibile utilizza un ventilatore, consuma meno ed eviterai di raffreddarti.

Durante l’inverno cerca di tenere aperte le persiane quando il sole entra direttamente dalle finestre, in questo modo il calore perdurerà fino alla notte.

In inverno, di notte, abbassa le ante e tira le tende per isolare la stanza dal freddo.

La differenza tra la temperatura esteriore e quella interiore non deve essere superiore a 10/12°C.

Ricordati di pulire i radiatori quando inizia l’inverno.

Spegni completamente l’impianto di riscaldamento nelle case vuote o che utilizzi poco.

Di notte, spegni il riscaldamento o mantieni il termostato a 16º. Non accenderlo fino alla mattina, dopo avere fatto arieggiare le stanze. Ricordati che 10 minuti sono sufficienti per cambiare aria i locali.

Cambi tecnologici

Migliora l'isolamento ambientale della tua abitazione, in special modo la zona del tetto e del sottotetto dove si spreca e fuoriesce molto calore.***

Le finestre con i doppi vetri fanno disperdere la metà del calore delle finestre convenzionali. Preferire le cornici di legno con rottura del ponte termico - isolano meglio che le cornici di alluminio o ferro.**

Colloca dei nastri isolanti di gomma sotto le porte e le finestre. Isoleranno dal freddo e dai rumori.*

Colloca valvole termostatiche all’interno del condizionatore o del termostato programmabile - risparmierai una quantità di energia compresa tra 8% e 13%.**

In base al clima della zona in cui vivi, potrebbe interessarti o meno installare una pompa di calore. Anche se funziona con elettricità si tratta di un sistema di riscaldamento molto efficiente che segue la legge della termodinamica. Solitamente vanta di un uso reversibile (produce sia caldo che freddo) e può far risparmiare circa il 70% di energia rispetto ad un sistema di riscaldamento tradizionale.***

Se stai pensando di ristrutturare casa, pensa alla possibilità di installare un impianto di riscaldamento radiale. La soluzione più comune consiste nel collocare alcuni tubi sotto il terreno, che diviene così un grande pannello che emette calore, ma possono essere anche collocati sui tetti o sulle pareti, a seconda di dove ti conviene. L’installazione dei pannelli è abbastanza costosa, ma in un periodo prolungato di tempo si inizierà ad avere un ritorno di tale spesa, con una diminuzione di circa 30% sulla bolletta.***

Se spendi tanto in riscaldamento, fai due conti e studia la possibilità di collocare una eco-stufa. È un po’ cara, ma dopo poco tempo vedrai che risparmierai molto in combustibile, dato che funziona con materiale organico (In Italia normalmente vengono utilizzati i noccioli di oliva).***

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

1.3 Televisione e oggetti informatici

La televisione rappresenta il 10% del consumo nella bolletta della luce. Guarda la televisione con i tuoi familiari ed amici e regola la luminosità ed il contrasto per risparmiare energia.

Lo schermo è la parte del computer che consuma di più, quindi usa un salvaschermo nero. Spegni il monitor durante assenze brevi e l’intero computer quando ti assenti per più di mezz’ora.

Gli apparecchi in modalità pausa o stand-by continuano a consumare elettricità, è quello che viene chiamato "consumo fantasma". Si calcola che in Italia questo consumo costa ad una famiglia circa il 12% della bolletta annuale dell’elettricità. Un trucco per tenere sotto controllo questo consumo sta nel connettere vari dispositivi (TV, DVD, TDT) ad una ciabatta elettrica a presa multipla, in questo modo potrai attaccare e staccare tutte le prese in una volta sola.

Scollega i caricabatteria quando hai finito di utilizzarli - se inseriti nella presa continueranno a consumare energia.

Aspetti tecnologici
Energystar

Gli schermi LCD consumano circa il 50% / 70% di energia in meno di quelli a tubo catodico. **

Preferisci i prodotti Energy Star, tale marchio indica il superamento del controllo di consumo elettrico efficiente. **

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

1.4 In cucina

Fai bollire solo la quantità di acqua che ti serve veramente e poni un coperchio sulla pentola, l’acqua si scalderà più velocemente e consumerai meno energia.

Regola il fuoco - quando il cibo inizia a bollire si può abbassare la fiamma al minimo.

Preferisci le pentole a pressione, se possibile, sono molto più efficienti. Le pentole di ferro, ceramica o acciaio inossidabile sono da preferire a quelle di alluminio.

Mantieni puliti i fornelli della cucina, se sono sporchi consumano di più.

Utilizza il fornello con la fiamma più appropriata alla dimensione della pentola. Ricordati che il fondo del recipiente deve essere più grande del il diametro della fiamma, per sfruttare al massimo il calore.

Evita di aprire lo sportello del forno mentre stai cuocendo una pietanza, oltre a sprecare una grande quantità di calore, ogni volta che si apre lo sportello si ritarda la cottura dell’alimento. Spegni il forno alcuni istanti prima così da sfruttare il calore residuale per finire la cottura.

Il microonde consuma il 70% di energia in meno rispetto al forno normale.

Compra frutta e verdura di stagione e prodotti a km 0, che non siano stati né trasportati per molti chilometri né congelati. Questi sono molto più rispettosi dell’ambiente e favoriscono l’economia locale.

Cambi tecnologici

Il gas è un’energia molto più pulita ed economica dell’elettricità, tienilo a mente quando dovrai cambiare la caldaia o la cucina. **

Se compri un elettrodomestico, scegline uno di classe energetica A++ o A+. Ricordati di valutare quello più funzionale in base alle esigenze tue e di chi vive in casa con te. **

Le lavatrici a carica frontale consumano meno energia ed acqua di quelle a carica dall’alto. *

Le lavastoviglie bitermiche con due ingressi per l’acqua, una per quella fredda ed una per quella calda, riducono consideratamente l’energia utilizzata da questo elettrodomestico. **

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

Prototipo di etichetta
1.4.1 Lavatrice

Usa la lavatrice a pieno carico, se possibile - in proporzione, il mezzo carico utilizza molta più energia.

Circa 85% dell’energia che consuma la lavatrice serve per riscaldare l’acqua. Usa programmi di 30º-40º gradi che sprecano molta meno energia e risultano meno dannosi per i tuoi capi.

Cerca di mantenere pulito il filtro della lavatrice, per ottimizzare il suo funzionamento.

Evita di utilizzare l’asciugatrice, e stendi la biancheria all’aperto quando possibile. Se devi per forza usarla, centrifuga i vestiti prima di metterli ad asciugare, così da eliminare l’acqua in eccesso. Se stendi in casa, l’umidità dei vestiti raffredderà l’ambiente ed in inverno dovrai alzare il riscaldamento.

1.4.2 Frigorifero

Il frigorifero è uno degli elettrodomestici casalinghi che consuma più energia, per questo bisogna prestargli molta attenzione.

Una temperatura di 6º per il frigorifero e -18ª per il congelatore è sufficiente per conservare gli alimenti.

Mantieni le pareti del congelatore senza ghiaccio. Il ghiaccio fa da isolante e fa si che il motore debba lavorare di più.

Presta attenzione alle aree di ventilazione, non devono essere ostruite. Mantieni pulita la parte inferiore, anche la polvere funge da isolante!.

Verifica che le guarnizioni delle porte le rendano ermetiche. Lavale periodicamente e applica un po’ di borotalco per mantenerle elastiche.

Telefona al servizio di assistenza se il frigorifero produce costantemente un rumore anomalo - probabilmente il motore sta lavorando senza sosta.

Cerca di aprire il frigorifero per il minor tempo possibile.

Scongela gli alimenti nel frigorifero, per sfruttare la minore temperatura senza alterare drasticamente le proprietà nutritive.

Cause problemi reffreddamento frigo

2. Come risparmiare l’acqua

Stando agli ultimi dati sul consumo pro capite d’acqua, un Italiano ne consuma 175 litri al giorno. Sai qual è la tua media? Calcola il tuo consumo medio d’acqua giornaliero utilizzando i dati delle bollette e cambia il tuo modo di vivere con i nostri consigli!.

2.1 Scopri e ripara le perdite d’acqua

Controlla che nessun rubinetto sgoccioli - un rubinetto che sgocciola arriva a sprecare fino a 30 litri al giorno.

Assicurati che il vaso sanitario non abbia perdite - potrebbero essere da dentro o da sotto il vaso. Se disponi di un vaso a cassetta bassa invece, nella cisterna.

Esegui un test delle perdite - prima di cominciare chiudi tutti i rubinetti della casa, anche quelli di irrigatori, water, lavatrice ecc. Vai al contatore dell’acqua e segnati il numero indicato, dopo 15 minuti torna a controllarlo: se è cambiato c’è una perdita d’acqua.

Non buttare mai l’olio che usi in cucina nello scarico del lavandino. La cosa migliore da fare sarebbe quella di scolarlo e riporlo in un recipiente per poi buttarlo nell’apposito contenitore di riciclo. Se non lo potessi fare, meglio buttarlo in bottiglie o facendo impregnare dei giornal.

Soluzioni tecnologiche per rilevare e bloccare le perdite d’acqua

Installa un impianto di blocco dell’acqua - ti aiuterà ad individuare un’eventuale perdita bloccando il flusso dell’acqua ed evitando, oltre a sprechi inutili, eventuali allagamenti. ***

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

guia_ahorro_acqua
2.2 In cucina

Lava gli ortaggi in una bacinella e riutilizza l'acqua per innaffiare le piante.

Non scongelare i surgelati sotto l’acqua - oltre a sprecarla si perderanno le proprietà nutritive degli alimenti.

Quando devi lavare i piatti, usa una bacinella per insaponarli e lavarli, e poi passali in un’altra per risciacquarli - si possono risparmiare fino a 115 litri!

Una lavatrice a carico completo consuma meno acqua di un lavaggio a mano.

Raccogli in un recipiente l’acqua fredda mentre aspetti che diventi calda - potrai riutilizzarla in molti modi diversi.

Soluzioni tecnologiche per la cucina

Gli aeratori sono dei piccoli componenti da inserire sulla punta del rubinetto in modo che creino dell’aria durante il getto, riducendo così il consumo dell’acqua del 40-50% senza nemmeno renderti conto. Puoi trovarli facilmente e ad un prezzo accessibile. *

I riduttori di flusso vengono introdotti nel tubo del rubinetto e che, dai soliti 15 l/min., abbassano il flusso dell’acqua a 8 l/min., utilizzando solo metà dell’acqua che sprecheresti solitamente. *

I rubinetti a leva sono i migliori da installare in quanto permettono di equilibrare la temperatura dell’acqua in un solo gesto, evitando inutili sprechi. **

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

guia_ahorro_acqua
2.3 In bagno

La tazza del bagno non è un cestino della spazzatura - evita di buttarci dentro carta e mozziconi: ogni volta che tiri lo sciacquone consumi tra i 6 ed i 10 litri d’acqua.

Non far scorrere l’acqua mentre ti lavi i denti o ti fai la barba - puoi servirti di un bicchiere per sciacquare o ripulire la lama.

A seconda della durata, facendo la doccia puoi sprecare tanta acqua quanto un bagno nella vasca - regola la pressione dell’acqua e chiudila mentre ti insaponi.

Soluzioni tecnologiche per il bagno

Installa un riduttore per lo scarico se il tuo vaso sanitario non dispone del doppio bottone di scarico (3 o 6 litri).

Preferisci i rubinetti a leva, che ti permettono di equilibrare acqua calda e fredda evitando sprechi dovuti all’attesa del raggiungimento della temperatura ideale. **

I rubinetti termostatici sono un’ottima soluzione di miscelatori che ti permette, con una manopola, di impostare il getto dell’acqua, e con un’altra di impostare una temperatura preferita, senza dovere così sprecare acqua nell’attesa che si scaldi. **

I riduttori di flusso vengono introdotti nei tubi del rubinetto del lavandino e della doccia per limitare a 8 i litri di acqua consumati ogni minuto, contro i soliti 20. *

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

guia_ahorro_acqua
2.4 In giardino

Innaffia il tuo giardino verso sera - eviterai di sprecare acqua che tende ad evaporare durante il giorno.

Uno dei fattori che rende secco il tuo giardino è il vento - evita di bagnarlo durante le giornate particolarmente ventilate e proteggilo con muri, reti, siepi e così via.

Preferisci le piante autoctone - saranno più propense a restare in salute con il clima del posto e la normale quantità d’acqua piovana. A queste potrai aggiungere le piante grasse, note per non avere (quasi!) bisogno di acqua.

Organizza il giardino in base ai gruppi di piante che hanno bisogno di assimilare la stessa quantità d’acqua.

Per pulire il cortile, patio o strada, utilizza la scopa anziché la canna dell’acqua.

È meglio bagnare le piante poche volte ma più abbondantemente - in questo modo oltre a rinforzare le proprie radici, potranno tollerare meglio i periodi di siccità.

Per un bel prato è necessaria molta acqua, e dunque un clima piovoso - lascia crescere l’erba fino ai 5-6 cm, così che avrà bisogno di meno acqua. Evita di piantarla in zone marginali o in pendenza.

Soluzioni tecnologiche per il giardino

Scegli il metodo di irrigazione che meglio si adatta alle tue piante.

Installa un sistema d’irrigazione per tubo poroso - la particolarità del suo materiale farà in modo che, una volta pieno d’acqua, inizi a rilasciare l’acqua necessaria per le piante. Richiede manutenzione in quanto nei pori potrebbe crearsi calcare o potrebbero crescere delle alghe, ma è la soluzione migliore stando al risparmio d’acqua. ***

L’irrigazione a goccia è altrettanto efficiente, dato che mantiene un livello di umidità costante senza che ci siano ristagni d’acqua e diminuisce le possibilità che nascano erbacce. ***

I classici irrigatori invece, se non regolati inizialmente, possono disperdere molta acqua su zone del terreno che non la necessitano.

La canna dell’acqua risulta essere il sistema che spreca più acqua in assoluto.

Se disponi di un sistema di irrigazione automatico è consigliabile installarvi un sensore di umidità e pioggia. ***

*

costo economico molto bass

**

costo economico molto medio

***

costo economico molto alto

guia_ahorro_acqua

Ha collaborato:

ENEA
Dubbi? Chiedi alla Community!
Iscriviti alla nostra Newsletter

Se vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie del settore immobiliario e altro...

non perderti la nostra Newsletter!