Ho stipulato cont...

maria rosa

inquilino/a

Ho stipulato contratto d' affitto in marzo 2013 ,ora il lavoro è diminuito...

Ho trovato un'altra casa in affitto, cin prezzo inferiore di 1.200 euro annuali. Come posso fare per lasciare l'appartamento prima dei 6 mesi di preavviso e non rimetterci la cauzione? Quale giusta causa posso usare? Ci sarebbe anche la possibilità che lasci nella casa:la cucina nuova fatta su misura,camera matrimoniale praticamente nuova,tavolo e sedie nuove, 8 aplique nuove,per un valore di circa 2.500 euro,sarà possibile secondo voi che il proprietario accetti per risoluzione anticipata contratto? Grazie e saluti

risposte (4)
salvo è stato il primo a rispondere
pierluigi è stata eletta la miglior risposta
Sai rispondere a questa domanda?
Invia risposta
  • pierluigi

    proprietario/a

    L'inquilino può recedere dal contratto di affitto quando vuole, dandone comunicazione mediante distetta 6 mesi prima di liberare l'immobile, mediante raccomandata a.r. C'è scritto nella legge 431/98

    Se si lascia l'immobile prima dei 6 mesi, o, peggio, senza dare disdetta l'inquilino è tenuto a pagare per intero l'afffitto pattuito fino alla scadenza del contratto oppure 6 mesi successivi alla raccomandata.

    Per quanto riguarda il mobilio, se questo è di proprietà dell'inquilino, questo deve portarselo via a propie spese.

    Giusta causa? mai sentita nominare..........

    Il problema del calo di lavoro è un problema dell'inquilino. che colpa ha il propietario? Mica fa l'assistente sociale.

    Da quel che intuisco l'inquilino pretenderebbe di andarsene quando vuole e di lasciare il mobilio sperando magari che il proprietario se lo compri (e chi lo valuta, Aiazzone Mobili?)

    E poi che altro? Acqua, olio e pressione gomme tutto a posto?

  • larmi

    inquilino/a

    secondo me devi parlare con il proprietario serenamente esponendogli le tue motivazioni che sono più che serie.

    dopotutto il rischio è che tu non paghi più l'affitto e che debba iniziare una procedura di sfratto che potrebbe prendere anche più di anno, quindi avrà tutto l'interesse a cercare di capire e di venirti incontro.

    normalmente i contratti di affitto prevedono che tu ripristini l'immobile come ti è stato consegnato, immagino che non fosse arredato, se è cosi non solo non sei tenuto a lasciargli il mobilio nuovo, ma potrebbe essere il proprietario stesso a non volerlo.

    io prima di proporgli il mobilio che potrebbe servirti presso un altro immobile cercherei di spiegare la situazione e cercare di mediare.

    • Risposto da: larmi
    • Da 3 anni
  • paola.b102

    inquilino/a

    Se il lavoro è diminuito (dimostrabile) la giusta causa c'è. Secondo me dovresti parlare con il proprietario prospettandogli la possibilità che tu non riesca più a pagargli qualche affitto... senza lasciargli roba! Di questi tempo le case in affitto sono molto richieste e non avrà difficoltà ad affittare il tuo appartamento a qualcun altro quanto prima... - prenditi 1/3 mesi  di tempo con la casa nuova (tutti sanno che ci vogliono alcuni mesi di preavviso...), che anche lui possa rimpiazzarti e vedrai che non dovrai lasciargli la tua roba (a meno che non ti sia di ingombro nella nuova casa...)

  • salvo

    professionista

    In effetti non hai una "giusta causa" ( la legge parla di gravi motivi, sostanzialmente quelli dovuti a forza maggiore), se non quella di non essere più in grado di pagare l'affitto perchè hai perso il lavoro o sei diventato invalido, per esempio).

    Puoi offrire l'arredo al proprietario che potrà accettare o meno questi elementi in cambio del mancato preavviso, dipende se a lui interessano.....

    • Risposto da: salvo
    • Da 3 anni
Dubbi? Chiedi alla Community!
Esperti piú attivi
  • Romano - professionista
    804 risposte
    13 questa settimana
  • Avv. Leonardo Lastru - professionista
    549 risposte
    12 questa settimana
  • Emilio60 - proprietario/a
    89 risposte
    1 questa settimana
  • mioAffitto - professionista
    51 risposte
    0 questa settimana